Funghi: acquistare il substrato già pronto o farlo con il proprio tunnel di pastorizzazione?


Ciao come stai? Io bene grazie, guarda guarda: ma che giovane sono in questa foto, che tempi, che bello, le mie serre a Parigi, si in periferia sulla National 19 a est di Paris si arriva prima a Vernuil l’Etange, dove abitavo, e poi si gira verso Rozay en Brie e vicino c’è un paesino che si chiama Courpalay, famoso per le sue rose che ora non fanno più, ma comunque fanno sempre fiori e in una delle loro dieci serre a Casetta di vetro da cento metri per 25 circa, fanno ancora funghi, non più i pleurotus ostreatus ma i cardoncelli.

Comunque andiamo avanti e leggi questo altro post e se credi che quello che posto sembra esserti utile o hai domande fai pure yo so qua. Ma ti piace sto Blog? Un pochettino, anche poco-poco, me lo fai sapere? Io non lo so cosa pensi se ti interessa se ti piace, potrei sicuramente migliorare, ma cosa e come? Se mi scrivi due righe lo so. Io attendo con pazienza io vado avanti e ti assicuro che quello che scrivo resta. Ciao…..

La prima necessità di ogni azienda che produce funghi, chiaramente, è quella di poterli vendere  in modo continuativo tutti i giorni.

Courpalay, Paris*1981 all'entrata delle serre, da destra: Alberto, Raoul, Rosì e Riccardo (sono io).

I funghi dopo la raccolta vengono refrigerati in cella frigorifera e poi, nelle dovute confezioni, trasporti al mercato all’ingrosso, od, ai centri di raccolta della grande distribuzione. Possono esistere altri canali di vendita, comprese le industrie di trasformazione.
Il vantaggio di servire la grande distribuzione è quello di poter vendere i funghi con una sicura continuità. I  prezzi praticati da questo tipo di acquirenti non sono comunque sempre quelli economicamente più gratificanti! Delle volte anche i tempi di pagamento sono un po’ lunghi.

Ogni azienda  per il marketing, è organizzata in modo diverso a seconda delle proprie necessità o, possibilità. Molti produttori alimentano il mercato ortofrutticolo all’ingrosso. In linea di massima gli operatori del mercato pagano più veloci. I prezzi dei funghi in questo caso, sono, il più delle volte, altalenanti.

Il grado di remunerazione di una azienda che produce funghi, acquistando il composto, la maggior parte delle volte, è in funzione di quanto esso costa franco arrivo, al quintale.

Incidono sull’affermazione precedente, i cicli di produzione scelti, la resa del composto in funghi, i costi della manodopera, la maggiore o minore distanza dai mercati di assorbimento, i costi energetici.

Sacchi di substrato per Pleurotus perfettamente incubati. Foto RL1981

Quando la scelta aziendale è quella di acquistare il composto, chiaramente, è importante che siano presi contatti con le aziende  che lo forniscono. Si dovrà  optare  per quelle considerate, sul mercato,  le più serie e, capaci di fornire un substrato il più produttivo possibile. Molte volte le colpe di un mancato buon esito dell’incubazione e delle rese in funghi insufficienti possono essere anche del funghicoltore!

Colui che coltiva funghi diventa bravo con il passare del tempo.

Deve acquisire esperienza, sensibilità, colpo d’occhio. Possibilmente non deve fare errori importanti che possano pregiudicare il buon esito della coltivazione.

Deve prendere confidenza con i ceppi che coltiva! Le platee che forniscono il composto, propongono a volte dei ceppi nuovi, ritenuti più interessanti per i mercati ma che hanno esigenze colturali diverse dai ceppi che  si utilizzano normalmente.

FungusPleos by R.L.Company Information Sharing.


Statistiche

About these ads

Informazioni su RikyRik

Già sono ("ero", piccolo inciso), il "Cima" Scatenato di Conegliano Veneto, la Perla del Veneto, con le sue bellissime colline e il suo vino prosecco che puoi gustare lungo la strada del vino bianco. Il maestoso Castello che sta in cima alla cittadella e poi appunto prosegue con tutte le sue Osterie con il buon Prosecco e porchetta, coppa, ossocollo, prosciutto e formaggio grana padano. Subito dopo il castello inizia il giro turistico attraverso le colline con i suoi vigneti e l'aria fresca, su un sali e scendi la strada ti porta alla Sorte, la Guizza e altre osterie rinomate dove puoi gustare e bere le nostre prelibatezze venete.
Questa voce è stata pubblicata in Uomo Platea e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Funghi: acquistare il substrato già pronto o farlo con il proprio tunnel di pastorizzazione?

  1. dario ha detto:

    salve vorrei sapere il costo delle balle per funghi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...